Come creare un angolo verde in casa

 

Come creare un angolo verde in casa: non solo balcone e giardino

 

Creare un angolo verde in casa non è solo una scelta estetica, ma anche un ottimo modo per migliorare il nostro umore, ridurre lo stress e creare un ambiente accogliente. Il bello è che non serve avere un giardino vastissimo o un terrazzone pieno di vasi per godere della gioia che le piante ci procurano, anzi: è già sufficiente una pianta grassa sulla nostra scrivania per cambiare il tono della giornata, oppure tenere qualche pianta di odori in cucina per insaporire i nostri piatti e allietare i momenti in cui li prepariamo.

 

I benefici delle piante: perché scegliere il verde in casa è un’ottima idea

 

Già, forse non lo sapevi, ma oltre a rilasciare ossigeno durante il giorno (assorbendolo di notte, per questo è bene non tenere le piante in camera da letto), le piante purificano l’aria attraverso il processo di fotosintesi, migliorando la qualità dell’ambiente in cui viviamo.
Come dicevamo, poi, le piante contribuiscono al riposo visivo, al nostro benessere generale e, se lavoriamo da casa, anche alla nostra produttività: molti esperimenti – e alcuni lungimiranti responsabili delle risorse umane – evidenziano come basti avere una pianta o dei fiori sulla scrivania per essere più sereni, ridurre lo stress e, così, lavorare meglio.

 

Idee per un angolo verde in casa: partiamo dal balcone

 

Il balcone è uno degli elementi caratteristici di una casa italiana: che si tratti della classica lingua di mattonelle con ringhiera che affaccia dalla cucina oppure di un grande e vasto terrazzo, fruire di questo spazio esterno è uno dei momenti di distensione che tutti apprezziamo.

–  Se pensiamo a un balcone tipico, di modeste dimensioni, le piante vengono in nostro aiuto nel creare una separazione dai vicini e ritagliarci un po’ di privacy. L’ideale è utilizzare una pianta rampicante, come il falso gelsomino, la mina lobata o l’ortensia rampicante che, una volta cresciute, faranno da separé naturale, sufficientemente fitto e incredibilmente profumato

–  Come dimenticare le piantine degli aromi? Almeno rosmarino, salvia e basilico, per tradizione, devono far parte del set di ogni cuoco che si rispetti, disposti in un singolo vaso lungo o tanti vasetti da appendere al balcone: chi ha a disposizione una balaustra più larga, poi, può aggiungere altri vasi con timo, maggiorana e dragoncello, per arricchire con un tocco in più piatti e balcone

– Con un terrazzo spazioso, infine, possiamo addirittura creare un arredo naturale con il verde: per incorniciare lo spazio a tua disposizione utilizza delle siepi in vaso, meglio se sempreverdi; per coprire la vista ad eventuali vicini confinanti puoi utilizzare le stesse rampicanti suggerite prima oppure, dato che lo spazio a disposizione è maggiore, puoi creare un divisorio con il gelsomino e l’oleandro se apprezzi la loro fioritura primaverile, altrimenti la vite americana e l’edera sono perfette alternative perenni. Le piante ad alto e medio fusto possono diventare come bellissime colonne da posizionare nei quattro angoli del terrazzo, magari sistemando una zona lettura o una zona relax vicino ad una di queste per creare un ambiente intimo e accogliente; ricorda di scegliere piante perenni se vuoi fruire del terrazzo tutto l’anno, perché altrimenti dovrai ripararle in casa o in una serra nei mesi invernali

 

E all’interno della casa? Porta il verde…nel bagno

 

Potrà sembrare insolito, ma qualche pianta in bagno fa davvero la differenza. Sia che si tratti di un bagno iper moderno – con piastrelle in gres sui toni neutri e magari carte da parati idrorepellente – sia tu abbia preferito un bagno dai toni più classici, con rubinetteria in ottone e piastrelle bianche e nere, una pianta può diventare il punto focale della stanza, rendendola immediatamente accogliente e ricercata.

Una buona idea è quella di inserire delle piante grasse, magari disponendole a gruppo su una mensola o un ripiano: sono molto semplici da gestire e resistono bene nel tempo. Se invece preferisci una pianta che si faccia notare di più, puoi optare per un’orchidea – perfetta per sopportare l’umido – o il pothos, che crea una bellissima cascata di foglie ed è davvero scenografica posizionata sul davanzale.

 

 

Il soggiorno, il luogo perfetto per un angolo verde in casa

 

Leggere, chiacchierare con gli amici, rilassarsi con un bel film: sono tante le attività che svolgiamo nel nostro salotto e moltissimo è il tempo che passiamo in questa stanza. Ecco perché, se anche altrove non abbiamo voluto introdurre delle piante, in soggiorno proprio non possiamo farne a meno. Il bello, qui, è giocare con le altezze: una pianta sempreverde come la zamia, dalle foglie carnose verde brillante, può trovare spazio in uno degli angoli del salotto; accanto, su un tavolino, sul piano di un mobile o una mensola, possiamo mettere una pianta da fiore come l’azalea, i ciclamini o ancora una pianta grassa.

Sempre a proposito di piante grasse, un’idea magnifica è quella di creare un terrarium, perfetto per chi vuole ottenere il massimo risultato con il minimo impegno, perché praticamente il terrarium si automantiene generando un proprio ciclo dell’acqua all’interno del vaso (meglio se chiuso con un tappo di sughero). Si tratta quasi di un «giardino in miniatura» costruito all’interno di un vaso, dove diverse qualità di terreno posizionato a strati creano l’habitat perfetto per piante grasse di ogni tipo.

Accanto a quest’angolo perenne, poi, possiamo lasciare lo spazio per un vaso di design, da arricchire di quando in quando con fiori freschi e colorati.

 

E tu, quali idee per un angolo verde in casa hai messo in pratica? C’è qualche suggerimento che desideri mettere in pratica? Taggaci su Facebook @nousferathinkingstudio o Instagram @nousferastudio per condividere le tue soluzioni creative

 

 

104 Comments

Lascia un commento

Your email address will not be published.